Struccarsi (bene): un gesto d’amore per la nostra pelle

Struccarsi (bene): un gesto d’amore per la nostra pelle

Sole, mare, vacanze e serate con gli amici. E tanti trucchi nuovi e colorati. Struccarsi bene è un gesto di amore verso la nostra pelle e la sua salute.

Qual è quindi il modo migliore per farlo?

Regola numero uno: dedicarsi il giusto tempo. Niente passate veloci e superficiali. Ci vuole del tempo per fare le cose per bene e struccarsi e ripulire a fondo la pelle dal make up, deve essere fatto molto bene.

Sciacquarsi, sciacquarsi sempre. Anche se usate un olio e poi un detergente, poi sciacquate con l’acqua.

Usare, ogni tanto, uno scrub. In questo modo si elimineranno le cellule di pelle morta e gli ultimi, determinati rimasugli di trucco, permettendo alla pelle nuova di essere pulita e poter respirare.

Usare i giusti prodotti. Può sembrare facile e scontato, ma non lo è. Usare prodotti non adatti al nostro tipo di pelle porta a irritazioni, brufoli, screpolature e tanti altri fastidi. Innanzitutto bisogna capire quale tipo di pelle abbiamo: secca, grassa, mista? Anche questo passaggio è ingannevolmente semplice. Se non siete sicuri del vostro tipo di pelle, chiedete un consiglio al personale del negozio.

Non lavare la pelle troppo spesso. Anche in questo c’è una misura: lavarla mattina e sera è un conto e bisogna farlo, ma continuare a bagnarla, strofinarla con gli asciugamani, mettere e togliere trucco, questo no, la stressa e basta. Quindi occhio, niente eccessi!

A seconda della zona da struccare, usate il prodotto giusto. Ovvero: non usate la stessa crema viso anche per gli occhi. La pelle di questa zona, infatti, è molto più sensibile e richiede prodotti diversi dal resto del viso.

Non strofinare. Passare un panno (meglio se in microfilma) è una cosa e aiuta a catturare rimasugli di trucco e ad asciugare la pelle, ma lo strofinare è invece pratica da evitare. Stresserà e irriterà la pelle. Quindi usiamo delicatezza. Sempre.

Ricapitolando, servono: tempo, prodotti giusti, tecnica giusta e delicatezza. E ora, buono struccaggio 🙂

Related Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *